Logo vene-linfatici.it

Introduzione

Vene

Flebiti e trombosi

Malformazioni venose

Linfatici

Malattie dell’arto superiore

Emorroidi

Altre malattie ano-rettali

Prevenzione

Ultimi aggiornamenti

Ingrandisci Ingrandisci



Utilizza i tasti BACK e NEXT per sfogliare le diapositive!
Premi il tasto Pause per interrompere lo scorrimento e leggere con calma i testi!

RAGADE ANALE - La malattia

Il muscolo sfintere interno può essere più voluminoso e dotato di un tono maggiore del normale, spesso in combinazione con la sindrome da colon irritabile (la cosiddetta colite) caratterizzata da turbe dell’evacuazione, generalmente da stitichezza. Durante le crisi, la mucosa anale (il tessuto più interno) si lacera e non tende a cicatrizzare.
I sintomi sono il sanguinamento (sangue rosso) ed il forte dolore che si protrae a lungo dopo l’evacuazione.
Ragade - Fascio superficiale dello sfintere interno
RAGADE ANALE - ll trattamento
Dei vari trattamenti proposti, quello che fornisce risultati immediati e stabili nel tempo, è l’allargamento di una parte delle fibre muscolari dello sfintere interno, attraverso una piccola incisione sottocutanea.
Il tessuto cicatriziale della ragade viene asportato e la mucosa anale viene ricostruita con piccoli punti di sutura.
L’intervento è quasi indolore e può essere eseguito in anestesia locale in regime ambulatoriale.